Quando l’acquisto di un ecografo è un segno di speranza e vita

Quando l’acquisto di un ecografo è un segno di speranza e vita

Solidarietà con il Voica al Centro missionario San Michele

“Promuovere la carità e l’attenzione verso gli ultimi, poiché al centro del nostro servizio c’è l’uomo” questo spirito ha animato l’iniziativa “InCanto” promossa dal Voica che si è svolta domenica 21 maggio presso lo splendido scenario del Centro San Michele a Roma.

Inaspettata la grande affluenza di pubblico che ha permesso di completare la raccolta fondi per l’acquisto di un ecografo da inviare al centro medico-sociale Santa Giuseppina Bakhita in Togo, garantendo un monitoraggio attento e costante della gravidanza in zone in cui la mancanza di prevenzione e di cura della maternità è spesso causa di morti premature dei nascituri.

Lo scopo di questa iniziativa, pertanto, è stato quello di ridonare serenità, speranza e fiducia alle mamme che vivono l’atto di donare alla luce una nuova vita che troppo spesso, in zone così povere, è sinonimo di sofferenza e morte e non di gioia e avvicinamento a Dio.

Con l’occasione le canossiane hanno ospitato lo spettacolo “Provini”, ideato e coordinato dalla coreografa e regista Maria Pagano, che ha intrattenuto gli ospiti con canzoni, poesie e racconti di vita, che hanno divertito ed emozionato la platea.

L’atmosfera di festa è stata sempre accompagnata dalla consapevolezza dell’impegno di ognuno verso il prossimo, del volontariato come testimonianza di vita e di amore, non come “impegno” o “dovere” ma come necessità per ritrovare, nell’esigenza di aiutare il prossimo, la vera ragion d’essere della nostra esistenza.